Chiara Nasti #tfi

5 Questions to Chiara Nasti

Hello Chiara! Thanks for this interview and welcome to TFI!

An article published on Radio Deejay website quoted: “The phenomenon Chiara Nasti, a 16-years-old blogger with more followers than Jovanotti and Coldplay”. It was October 2014 and that statement still remains true. Thus far, your Instagram counter marks 751k followers. How do you feel at your age with this popularity in constant growth?
Well, I have to say that I am feeling lucky every day to have so many people that follow my life and projects. I share every moment with them, bad or good as it is, and I believe that my followers really like that. It feels like I am never alone!

We can all imagine the positive aspects of being a popular influencer. What are the difficulties you have to face to achieve your goals and to insure this dream never ends?
I work hard to make sure that all my projects tell something special. My team and I are always looking for ways to involve my audience as much as possible. It is important for me to include them in my larger projects. This explains why I often take pictures while I put on my makeup on set.

TFI is a ranking based on the interaction of social networks. Which social do you use most and why? As fashion influencer and businesswoman on your own, do you believe that our project could be a useful tool for your business and for your relationship with agencies and brands?
I love Instagram. The idea of communicating through images is the passion that inspired me to do what I do. I think TFI is definitely an efficient tool to give a complete overview of which are the influencers that have a greater fan base. It acts as a business card for influencers and as a concrete counter for brands and agencies.

Which are the fashion business characters who have influenced your career most? Where do you look for your inspiration? In your opinion, which are the “musts” of this spring season?
Chiara Ferragni inspired me to do what I do, so first of all, I quote her. With regard to my inspiration, I follow Barbara Palvin. I love her in every pose and streetstyle. Among designers, Jeremy Scott. I find him as crazy as I am!
No doubt this is my favorite season. Spring made me rediscover a classic and timeless outfit, which will never go out of fashion. I find it INDISPENSABLE: the trench coat. White, black or in any other color, even if my favorite still remains classic beige.

“Nastilove”, your book published by Mondadori, was a success. Have you got any plans for the next months?
I enjoyed the project with Mondadori very much, and thanks to it I could express myself in a better way. It contains facts about my private life, that often I cannot communicate on social media. I have so many future projects. At the moment I am very entusiastic for the big project with Puma. I still cannot believe it is true!

Thank you for your time and best of luck!

////

ITALIAN VERSION

Ciao Chiara! Grazie di concederci questa intervista e benvenuta su TFI!

Un articolo pubblicato sul sito di Radio Deejay citava “Fenomeno Chiara Nasti, blogger 16enne con più followers di Jovanotti e dei Coldplay”, era Ottobre 2014 e quella frase è ancora veritiera. Ad oggi il tuo Instagram counter segna 751k followers, come si convive alla tua età con questa popolarità in continua ascesa?
Eh beh! Devo ammettere di sentirmi ogni giorno fortunatissima ad avere un numero così notevole di persone che seguono la mia vita e i miei progetti. Condivido con loro ogni mio momento, brutto o bello che sia, e credo che questo sia un elemento che ai miei followers piace molto. Io, nel frattempo mi sento fortunata, è come se non fossi mai sola!

Tutti possiamo immaginare gli aspetti positivi di essere un’apprezzata influencer, quali sono invece le difficoltà che devi affrontare per raggiungere i tuoi obiettivi e far sì che questo sogno non finisca mai?
Lavoro sodo per far si che tutti i miei progetti raccontino qualcosa di speciale. Io ed il mio team cerchiamo sempre il modo per coinvolgere il più possibile il mio pubblico. E’ importante per me portarli all’interno dei miei progetti più grandi, ecco spiegato perché spesso scatto una foto persino mentre sono al trucco, sul set.

TFI rappresenta una classifica che si basa sulle interazioni dei social networks. Quale social usi maggiormente e perché? Come fashion influencer ed imprenditrice di te stessa credi che il nostro progetto possa essere uno strumento utile per la tua attività e nel tuo rapporto con le agenzie ed i brand?
Amo Instagram, l’idea di comunicare attraverso le immagini è la passione che mi ha spinto a fare quello che faccio. Credo che TFI sia sicuramente uno strumento valido per dare una panoramica completa su quelli che sono gli influencers che hanno un seguito maggiore.
Fa da biglietto da visita per gli influencers e da calcolatore per brand e agenzie.

Quali personaggi del fashion business hanno influenzato maggiormente la tua carriera? Dove trovi le tue fonti di ispirazione? Quali sono secondo te i must di questa stagione primaverile?
Chiara Ferragni mi ha spinto a fare ciò che faccio, quindi in primis cito lei. Per quanto riguarda le fonti di ispirazione, seguo molto Barbara Palvin, la amo in ogni sua posa ed in ogni suo streetstyle. Tra i designers, Jeremy Scott, lo trovo pazzo almeno quanto me!
Senza dubbio è la mia stagione preferita. La primavera mi ha fatto riscoprire un capo classico, intramontabile che non è mai passato di moda, ma quest’anno più che mai, lo trovo NECESSARIO: il trench. Bianco, nero o qualsiasi altro colore, anche se il mio preferito resta comunque il classico beige.

“Nastilove” il tuo libro uscito per Mondadori ha riscosso parecchio successo, quali sono i tuoi progetti per i prossimi mesi?
Mi ha divertito tantissimo il progetto con Mondadori, ha fatto si che potessi raccontare al meglio me stessa, contiene cose sulla mia vita personale che spesso non riesco a comunicare sui social. I progetti futuri sono tanti, per il momento sono super euforica per il grosso progetto realizzato con Puma. Ancora non riesco a crederci!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato e good luck!